domenica 9 dicembre 2012

L'Almanacco di Violet


SIGLA!!!


Sole: A Cagliari (lat. 39°21’; lon. 9°13’; alt. 4m s.l.m.) il sole sorge alle 7:29 e tramonta alle 17:00.

Luna: La luna è calante. Il 12 dicembre sarà luna nuova e da lì comincerà a crescere.

Onomastici: Tantissimi auguri a tutte coloro e tutti coloro che portano il nome di: Anna (madre di Samuele), Juan Diego (veggente di Guadalupe), Siro (di Pavia), Vittore (di Piacenza), Valeria (9 dicembre); Loredana (Beata Vergine di Loreto), Eulalia, Mauro (10 dicembre); Damaso, Daniele (stilita), Sabino (11 dicembre); Giacomo (Capocci), Spiridone (12 dicembre); Lucia, Giovanni (Marinoni), Ottilia (13 dicembre); Giovanni (della Croce), Venanzio Fortunato, Pompeo (14 dicembre); Valeriano, Maria Vittoria (15 dicembre); Adelaide (16 dicembre).

Il Santo: Il 10 di dicembre (e il 12 di febbraio in molte altre località) la Chiesa ricorda Eulalia. Nata a Merida, in Spagna, nel 289, fu martire per crocifissione durante la persecuzione di Diocleziano del 303. Patrona di Barcellona e delle partorienti.

Il nome: Il nome che Violet vi propone questa settimana è Adelaide. È un nome di origine tedesca e significa “figlia nobile”. Ha, come numero fortunato, il 6; il suo colore è il viola; la sua pietra porta fortuna è l’ametista; il metallo legato a questo nome è l’oro. In Italia ci sono ventiquattromilacentosettanta donne che portano il nome Adelaide, cioè circa lo 0,04% della popolazione. La maggior parte di esse è nata in Lombardia (22,1%) e in Campania (15,1%); poche nel resto d’Italia. Questo nome si colloca al quattrocentotrentanovesimo posto nella classifica dei nomi più comuni. Adelaide: ammirevole, determinata, encomiabile, logica, interessante. È un’ottima scelata!

Compleanni storici: Tantissimi auguri a Emily Dickinson, nata il 10 dicembre 1830.

Questa settimana accadde: Il 16 dicembre 1966 Mao pubblicò a Pechino il libretto rosso (e lo scrivo con la trascrizione italiana per scelta rivoluzionaria).

La notizia del giorno… un anno dopo: GUP. Molestatore senza gamba, per il giudice non è punibile (Unione Sarda, Edizione del 16 dicembre 2011, p. 21).

Feste e ricorrenze: Nella tradizione di alcune zone d’Italia (Veneto, Sicilia, Bergamo, Brescia e Lodi) Santa Lucia porta doni ai bambini buoni nella notte tra il 12 e il 13 dicembre. Preparate le pentole fuori dalla finestra.
Il Lama racconta: Trovato il ragno uno grappolo d’uve, il quale per la sua dolcezza era molto visitato da ave e diverse qualità di mosche, li parve aver trovato loco molto comodo al suo inganno. E calatosi giù per lo suo sottile filo, e entrato nella nova abitazione, lì ogni giorno, facendosi alli spiraculi fatti dalli intervalli de’ grani dell’uve, assaltava, come ladrone, i miseri animali, che da lui non si guardavano. E passati alquanti giorni, il vendemmiatore còlta essa uva e messa coll’altre, insieme con quelle fu pigiato. E così l’uva fu laccio e ‘nganno dello ingannatore ragno, come delle ingannate mosche (Il ragno e il grappolo d’uva. Leonardo da Vinci).
Così parlò zio Gecob: Mi sentivo libero e perciò ero libero.

Nessun commento:

Posta un commento