sabato 31 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Un milione al galoppo (Unione Sarda p. 6)

La canzone del giorno è:
Mou res - Crackovia

La frase del giorno è:
Ma la piada gigante è una piadona anziché una piadina?

venerdì 30 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Talana - "Arzu, un detenuto yo yo"

La canzone del giorno è:
Chobin

La frase del giorno è:
Non è una donna, è un tedio!

giovedì 29 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Monica riparte da "azero". Il nuovo amore è Ismailov (Unione sarda, Inserto Estate p X).

La canzone del giorno è:
I'll kill her - Soko

La frase del giorno è:
Salvatemi!!!

Stiletto Sport - Il calcio visto dai tacchi a spillo



La domenica del "Buona la prima!"


Qualcuno sul blog l'avrà notato: abbiamo avuto una leggerissima astinenza da calcio. Nei giorni precedenti l'inizio del campionato abbiamo avuto notizie di persone che costringevano i bambini a giocare in cortile e i signori anziani a commentare, di altre che riesumavano VHS d'annata per rivedere partite vecchie. Siamo arrivati comunque all'inizio di questo campionato e non poteva aprirsi con un risultato più gradito da questo blog. Il Milan esce sconfitto a Verona dalla neo promossa Hellas! Ci dispiace per il nostro Paul_Blau, (noto milanista), ma anche no, aggiunge Red, ma Pink ride alla grandissima pensando all'analogia tra la difesa del Milan e quella del suo patron. Uh uh uh!!! Ecco, è il caso di non cadere nella polemica e abbassare i TONI! Uh uh uh!!! Bene, bene, bene: vi vogliamo così!!! Dopo il Milan è il turno dei Campioni d'Italia, della squadra che si presenta come favorita, della compagine che viene ritenuta più forte e... e sarebbe anche ora che Pink la smettesse di grattarsi perché si sta tirando via la pelle (Red come noto tace... lei certe cose non le direbbe mai!). Comunque, si tratta della Juventus che va in scena a Marassi con la Samp. L'allenatore della Samp nei giorni precedenti aveva dichiarato che esordio peggiore non gli poteva capitare ma non dimentichiamoci che nello scorso campionato la Sampdoria aveva inflitto due sconfitte proprio alla Juve. Insomma non è che ci sia da stare tranquillissimi per gli juventini. Si parte! Partita non esaltante nei toni, sotto una pioggia scrosciante e vista da Pink con il terrificante commento di Mediaset Premium. Non si capisce cosa ci trovino i cronisti di esaltante da commentare perché succede veramente poco o niente. Vucinic fa il milord in area di rigore e non collabora per niente con Tevez. Non si capisce bene che fine abbia fatto la Juve devastante che solo 7 giorni prima a preso a pappine la Lazio. Resta un gigante solo Pogba. Si va all'intervallo e Pink, che comunque deve cenare perché la fame morde ed è più fame nervosa che altro, e si prepara l'unica cosa che si riesce a fare da zero in 15 minuti di intervallo: pasta aglio, olio e peperoncino (che pare fosse davvero buonissima a detta di chi ha condiviso il frugale pasto con la miss in rosa). Mezzo chilo di pasta, birra gelata e siamo pronti per ripartire. E finalmente la Juventus sembra avere una marcia in più tanto che Tevez alla fine riesce a segnare!!! E vai!!! Alla fine il famigerato "problema Tevez" sembra essere rientrato, ma questi bilanci sono un po' precoci. Resta il fatto che nelle prime due partite ufficiali Tevez è sempre andato a segno e questo ci piace! Vucinic ci piace un po' meno... Si sveglia solo quando Conte fa scaldare contemporaneamente Giovinco e Fernando Llorente, un uomo che è tutto grammatica: il nome suona come un gerundio e il cognome come un participio presente. In effetti il nanerottolo e il bonazzo (perché, parliamoci chiaro, Llorente è un incredibile spettacolo per gli occhi) entrano, ma ormai la partita è quasi finita. La Juve vince e la Samp resta a zero. La Juve inizia con il piede giusto, am si può e si deve ancora migliorare sempre in attesa dei sorteggi di Champions. Red, che non ha potuto seguire la partita se non per quel che hanno fatto vedere alla Domenica Sportiva, si limita solo a far notare che il colore della terza maglia della Juventus si avvicina pericolosamente al colorito di Paola Ferrari! Ma che vi è saltato in mente? Sarà anche la ripresa della maglia di annate gloriose, ma è davvero orribile!!! Invece quelle del Cagliari quest'anno sono bellissime, Tirrenia a parte... E qui immaginate Red sognante con tanti cuoricini che escono dai suoi occhioni scuri al pensiero che la terza maglia de su Casteddu sia rossa in suo onore...
La domenica è il giorno del Cagliari... Eh... "Che fatica!" dice Red... Per iniziare Trieste ha preso all'anima e la vostra rossa ha voglia di stadio, e per finire, cosa non meno grave per un tifoso casteddaio, niente radiocronaca di Vittorio Sanna a Radiolina. Di Giggi nemmeno l'ombra ed è anche agosto, che porta sfiga. A queste condizioni siamo riusciti anche a perdere col Frosinone! Ma che è? Si sconvolgono così i ritmi e i rituali di una povera ragazza? Della sua sorellina Violet adorata, della mamma nonna Nenna, storica abbonata all'Amsicora e poi al Sant'Elia... Non si fa!!! Red è in prepartita dalla sera prima, canta la canzone da prepartita, tace e intima di tacere. Cena in quasi silenzio e poi sale in camera con Violet (almeno teniamo i luoghi e le compagnia porta fortuna). Si ribella anche Internet, non carica twitter, figuriamoci sognare uno streaming, abbiamo la vecchia radiolina di Red, la nuova radiolina di Violet (ché ognuna segua la partita con il suo rituale) e tutto il calcio minuto per minuto. Il campo principale è il san Paolo, il ché vuol dire (per giovinastri moderni che non seguissero le partite alla radio) che Red e Violet per sentire qualche minuto di cronaca del Cagliari devono sentire un po' di più quella del Napoli. E porca miseria, ma si può??? Il cagliari all'accensione della radio passa in svantaggio per colpa di Stendardo (che gli prenda il mal di pancia), ma in un minuto Nainggolan pareggia i conti meritando tutto l'affetto (grande) della gente rossoblù, su passaggio (magico) di Pattolino amore della zia Red Sau. Intanto mentre Cucchi rompe dal san Paolo perché quei maleducati di napoletani non segnano mai quando hanno già la linea, il Cagliari fa la partita. Crea gioco, diverte, tiene a bada l'Atalanta che, almeno con noi, è sempre stata una carogna di squadraccia ostica. Si va a riposo con Conti ammonito (perché non è campionato senza, e Red adora il suo capitano anche per questo) e in parità. Il secondo tempo inizia sul segno del primo, con un Cagliari allegro andante, tanto andante che fa il secondo gol, che poi è il primo in serie A di Cabrera. Olè!!! E... cosa non è il passaggio di Murru? Diciannove anni di talento... bravo, bravo, bravo! Nonna Nenna vorrebbe tanto invitarlo a pranzo questo bravo giovanotto! Intanto passa il tempo e viene l'ora dei cambi: Ibarbo per Sau, Eriksson per Ekdal, al Cagliari in questa fase manca un po' di costruzione rispetto a prima e l'Atalanta prova a tornare in partita, ringalluzzita dai cambi, al contrario di noi. Inizia un quarto d'ora di sofferenza per Red e Violet, non tanto dovuta al Cagliari, che per quanto un po' stanco è ben presente e non pasticcia, ma a Cucchi. Dal san Paolo, dal san Paolo, chiedo la linea, chiedo la linea... ma non ti scappa la cacca, porca miseria??? I tempi regolamentari stanno per finire, al 44' la linea è a Trieste: "il quarto uomo sta sollevando ora la lavagnetta con i minuti supplementari, linea a Napoli". Ma che frase è???? Quanto dobbiamo soffrire ancora? Cinque minuti! Che fatica però scoprirlo solo quando stanno per fischiare per tre volte! Si vince, ottima partenza, e che in casa Red&Violet sia birra, Domenica Sportiva e manicure rossoblù!
Visto che oltre che Cucchi ogni tanto parlava anche qualcun altro vi diremo anche che il Sassuolo onora il suo esordio in serie A nonostante la sconfitta a Torino, che la Roma la spunta a Livorno anche se non sa dove mettersi La Mela, che a Parma pioveva e niente più, che l'Inter nel pomeriggio aveva vinto sul Genoa, e che la Fiorentina invece ha vinto, ma lunedì sera, contro il Catania.
Il Milan ieri invece ha superato il turno di preliminari di Champions... speriamo che si sentano felici così!
Il nostro Tonara, che avevamo lasciato alle prese con spareggi e ripescaggi è pronto a un nuovo campionato di Promozione, non vediamo l'ora di vedervi in campo!
Così parlò nonna Nenna: se non mi fanno ascoltare la partita a Radiolina scendo in piazza! 

mercoledì 28 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Ctm. In bus col Papa-biglietto (Unione Sarda p. 19)

La canzone del giorno è:
Canzone piccola - Jovanotti 

La frase del giorno è:
C'è quest'arte obesa in certi luoghi...


martedì 27 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Un colpo di racchetta alla crisi (Unione Sarda p. 6)

La canzone del giorno è:
Who wants to live forever - Queen

La frase del giorno è:
Si dice decadenza, non decaduta!

lunedì 26 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Milano. I cognomi Lumbard? Di origine cinese (Unione Sarda p. 9)

La canzone del giorno è:
In un giorno di pioggia - Modena City Ramblers

La frase del giorno è:
Per andare ad Arcore punto tutto sulla tinta: n 666, rosso Ilda.

L'Almanacco di Violet


Sole
A Cagliari (lat. 39°21’; lon. 9°13’; alt. 4m s.l.m.) il Sole sorge alle 6:45 e tramonta alle 20:04.

Luna
Il 28 agosto all’1:38 la Luna entra nel suo ultimo quarto. Il 31 agosto raggiunge l’apogeo.

Cielo del Mese, i Pianeti
Verso la fine di agosto inizia il periodo di miglior osservabilità di Nettuno. Il 27, infatti, il pianeta si trova in opposizione al Sole: questo lo rende osservabile per tutta la notte, anche se per poterlo vedere è rimane necessario un telescopio. Nettuno si trova nella costellazione dell’Acquario, dove è destinato a rimanere molto a lungo, fino al 2022.

I Santi
26 agosto: san Alessandro
27 agosto: santa Monica
28 agosto: sant’Agostino
29 agosto: martirio di san Giovanni Battista
30 agosto: san Giusto
31 agosto: san Aristide
1 settembre: sant’Egidio

Sacra famiglia – Sarà una sfida all’ultima cozza (L’Unione Sarda, Edizione del 30 agosto 2012, p. 41).

Feste, Ricorrenze, Curiosità
Ieri è iniziata la festa estiva di Sant’Ignazio da Laconi, con la Giornata dell’ammalato. La Festa entrerà nel vivo, come ogni anno, il 29, 30 e 31, ma i questa edizione di prolungherà fino a domenica 1 settembre. Se siete in zona Sarcidano, non mancate… questo agosto più che mai!
Il 1° settembre si celebra la Giornata per la Custodia del Creato.

La Donna del Mese:
Maria Montessori (Chiaravalle, 31 agosto 1870 – Noordwijk, 6 maggio 1952). La donna del mese per la sua data di nascita. La donna del mese perché il 1° settembre inizia il nuovo Anno Scolastico. E quando si parla di scuola, quando si dice educazione, quando si crede nei bambini e nel loro potenziale, non si può che pensare a lei. A Maria Montessori. E alla sua Casa dei Bambini. In Italia e, ancora di più, in tutto il mondo. In lei si è unito il metodo scientifico derivato dai suoi studi, l’umanità del medico, l’acume dell’educatrice. Questi tre aspetti, uniti assieme hanno fatto sì che sapesse riconoscere il bisogno all’istruzione per una vita “normale” e dignitosa anche a quei bambini che potevano essere considerati gli ultimi tra gli ultimi, in un’epoca storica dove la malattia mentale era una condanna, malattia mentale e deficit intellettivo, o anche solo cognitivo, erano sinonimi e nel quale i bambini non avevano nessun diritto ed alcuna tutela (I Diritti dell’Infanzia sono del 1972). Lei sapeva sintetizzare la situazione dei piccoli con lucido realismo, quando diceva: “La scuola è quell’esilio in cui l’adulto tiene il bambino fin quando è capace di vivere nel mondo degli adulti senza dar fastidio”. È cambiato tanto, da allora. Nella cultura, nell’attenzione ai più piccoli. Ma il disinteresse, l’incuria sono sempre in agguato. Così come l’egocentrismo e l’egoismo del mondo adulto nei confronti dell’infanzia, dei suoi reali bisogni, delle sue vere necessità, dei suoi aneliti e desideri più profondi. E l’amore per la ricerca, lo stupore per la scoperta, il desiderio di conoscenza non l’abbandonarono mai. Infatti è sua un’altra celebre espressione: “Se si è imparato ad imparare, allora si è fatti per imparare”.
Per coloro che volessero approfondire sul nostro blog: Ritratto di Signora – Maria Montessori by SilviaMarini 
                                        
Il Lama Racconta
C’era una volta un contadino che aveva finito la scorta della paglia. Le sue bestie avevano fame e non sapeva come procurarla. Si accorse che il compare aveva ancora pieno il suo fienile e nottetempo ci andò. La notte era luminosa, ma il borgo sembrava dormire più profondamente di sempre. I cani del compare lo riconobbero e non abbaiarono. Fu facile, quindi, entrare e riempire un grande sacco con la paglia che gli occorreva. Anche il breve tragitto per tornare verso casa fu privo di incidenti, così si mise a letto e si addormentò. Non si era accorto, però che il sacco era bucato e aveva lasciato una scia chiara lungo il cammino. La mattina dopo, il compare si accorse del furto: si trattava di poca roba rispetto al suo fienile pieno; forse un sacco. Ma si arrabbiò. E passò in rassegna tutti i suoi nemici alla ricerca di colui che avesse potuto fargli un tale torto. Giunto sulla strada vide la scia lasciata dalla paglia, prese a seguirla e si ritrovò davanti a casa del rivale, l’unico di cui non aveva sospettato! Nessuno sa cosa avvenne allora. Il furto era così evidente in cielo e in terra, davanti agli uomini e agli dei, che la paglia improvvisamente salì in cielo. E là è ancora oggi, su Caminu ‘e paza, la Via Lattea. Forse come monito. Forse come segno imperituro di un comparatico che avrebbe potuto essere distrutto da un furto truffaldino. Non si sa come andarono i rapporti tra i due compari da quel momento. A me piace pensare che, alla vista della paglia che saliva in cielo, anche la rabbia dell’offeso sia svanita come paglia al vento e che tornato a casa abbia pensato ai tempi duri che viveva il compare e al proprio fienile pieno. Ed abbia provveduto. Certo è che, nelle notti scure, in aperta campagna, al mare o in montagna, laddove le luci della nostra “civiltà” ci permettano di contemplarlo, su Caminu ‘e paza abbia qualcosa da raccontare a ciascuno di noi (liberamente tratto da una leggenda sarda del paese di Oliena, Violet per la Rassegna Stronza).

Così Parlò zio Gecob
Disegna la tua vita seguendo le passioni, non le regole

Così aggiunse Violet
Dedicato alla mia Fatina Rossa

domenica 25 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Siniscola - L'albero nel pozzetto (Unione sarda, p. 32)

La canzone del giorno è:
Human - The Killers

La frase del giorno è:
Siamo tutti primi!

sabato 24 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
L'Aquila. Ovini in rivolta senza marijuana (Unione Sarda p. 10)

La canzone del giorno è:
La mia canzone per Maria - Lucio Battisti

La frase del giorno è:
Io ci ho provato, ma niente!

venerdì 23 agosto 2013

Ti Amo Campionato – Pensieri di un Italiano Medio a bordo piscina by Pink


(da leggersi col sottofondo musicale: press play!)
E' circa mezzogiorno in un giorno d'estate, una coppia sta in ammollo nella piscina gonfiabile in
giardino e discute del più e del meno: cronaca, musica, cinema. Tutto molto normale, finché uno dei due si blocca, fissa il vuoto per qualche secondo e biascica una frase incomprensibile. L'altro sgrana gli occhi e chiede di ripetere. La frase è la seguente: “Domani inizia il campionato!”
Ebbene si, domani inizia il campionato! La frase l'ho detta io proprio stamattina realizzando che ormai la lunga attesa era finita. Non facciamo finta di niente, il campionato mi è mancato in queste settimane. Se c'è una cosa che del calcio non sopporto, infatti, è il calcio mercato. Io sono per il detto “squadra che vince non si cambia” e la mia ultimamente ha vinto qualcosina, perché quindi cambiarla? A parte un giocatore che tutti sanno che io venderei, per il resto la mia squadra me la terrei così com'è. Gli addii non mi piacciono e i nuovi arrivati li seguo sempre con una certa “sufficenza”. Comunque non posso cambiare io da sola le regole, quindi intanto mi adeguo e spero tanto che i miei amati non vengano ceduti a squadre assurde tipo il Napoli: meglio fuori dall'Italia! I mondiali di nuoto sono finiti, quelli di atletica anche, giro e tour sono passati, la ginnastica ritmica non la trasmettono (maledetti!), sono finiti i tornei fighi di tennis per cui torniamo a parlare di calcio. Come sapete in questo blog amiamo tanto i “pensieri superficiali che fanno la pelle splendida” e d'altronde non è pensabile di dedicarsi a problemi di carattere nazionale per 24 ore al giorno senza esplodere dall'ansia e dal nervoso (perché la politica italiana fa venire il nervoso), quindi ho intenzione di chiedere all'ONU l'istituzione della tregua mondiale sotto l'invocazione di Zeus per il campionato di calcio. Decidetevi sul governo: deve cadere o no? Ci saranno nuove elezioni? Ok, decidetelo entro le 17 di domani o direttamente a lunedì. Fatemi godere la prima giornata di campionato in santissima e religiosissima pace! Tra sabato sera e domenica voglio essere un “italiano medio” come tanti, anche medio-basso. Voglio pensare al moviolone, all'arbitraggio, ai rigori in tutta tranquillità. Vogliamo discutere sulla grazia al nano? Bene, basta che finiamo entro le 17 di domani. Così, in ipotesi, potrei starvi ad ascoltare se parlate dei gossip dell'estate anche fino alle 20, perché in fondo sono curiosa di sapere se la Pellegrini e Magnini stanno assieme o se è vero che la nuova coppia vip è quella di Asia Argento e Max Gazzé. Fino alle 20 però, poi c'è la Juve e non ci sono per nessuno. Ho già pronta la bottiglia per il vino, la cena è programmata: non voglio rompimenti di scatole. E' stata un'estate politicamente travagliata tra sentenze, minacce di crisi, borse che scendono a picco. Eppure in genere d'estate la cosa più interessante è leggere Novella 2000 o i grandi classici sotto l'ombrellone, fare il sudoku. Insomma, lo slogan della pubblicità del più grande giornale di enigmistica italiano – che va in onda solo e soltanto d'estate - è “Non far spegnere il tuo cervello ogni 10 secondi!”, il che vuol dire che in estate diventiamo davvero italiani medii moltissimo. Pensate a che livello ci hanno portato se ci ritroviamo a bordo piscina a commuoverci perché domani riprende la serie A. E' vero, la crisi ha raggiunto livelli impensabili, in Siria dei bastardi (non riesco a trovare una definizione “migliore”) usano armi chimiche contro i bambini, in Libia si buttano bombe contro le moschee, in India le giornaliste vengono stuprate da gruppi di persone, in Italia discutiamo da settimane l'agibilità politica di un condannato in tutti i gradi di giudizio possibile, abbiamo una legge elettorale rivoltante, disoccupazione alle stelle, gli incendi che devastano luoghi millenari e incontaminati anche per scarsità delle risorse di soccorso. Questi sono i motivi per cui dico basta, lasciatemi tornare al calcio. Non è che non li voglio vedere, semplicemente mi fanno stare troppo male e ho bisogno del week-end per sfiatare come le pentole a pressione. Mi bastano 36 ore di sano, puro e semplice stacco dedicato al calcio. Mi voglio arrabbiare con l'allenatore se fa un cambio sbagliato (o se non lo fa), con i tifosi avversari, voglio cantare gli sfottò e bere birra con la frittatona di cipolle. Perché al contrario di quanto dice quel settimanale di enigmistica, davanti allo schifo completo che la nostra epoca ci regala viene davvero voglia di spegnere il cervello ogni 10 secondi.  


Breaking news

La notizia del giorno è:
Costa Rei. Paura in spiaggia. Bimbo sparisce e poi riappare (Unione Sarda p.1)

La canzone del giorno è:
99 Posse - Curre curre guaglio

La frase del giorno è:
Le donne che annuiscono sono la rovina dell'umanità.

giovedì 22 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Gonnos - "Nutella" e l'uomo che sussurra ai cinghiali (Unionesarda.it)

La canzone del giorno è:
Nessuna certezza - Tiromancino feat. Meg & Elisa

La frase del giorno è:
Io mi domando e dico: di questo passo dove andremo a finire?

mercoledì 21 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Guspini. Mi hanno preso in giro (Unione Sarda p. 21)

La canzone del giorno è:
Swim - Madonna

La frase del giorno è:
Sono bipolare ma è una qualità!

martedì 20 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Olbia - Rissa tra uomini e donne (Unione sarda, prov. Gallura)

La canzone del giorno è:
Never gonna give you up - Rick Astley

La frase del giorno è:
Nelle case si fa così!

lunedì 19 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Villasimius. La villa affittata non esiste (Unione Sarda p. 18)

La canzone del giorno è:
Le belle cose - Sikitikis

La frase del giorno è:
Sei andato in costruzione, ti ho visto!

Avviso ai naviganti: la Banca dei Desideri


Cari amici, è passato san Lorenzo ma non è passata la voglia di desideri, da esprimere e realizzare!
Per questo la Rassegna Stronza ha creato la Banca dei Desideri: un gruppo dove continuare a condividere sogni e desideri e dar spazio a piccole e grandi idee per realizzarli, come avevamo fatto nell'evento "I sogni son desideri". 
Il gruppo "ha sede" su facebook, ma chiunque voglia partecipare, anche se non è iscritto, può contattarci via email all'indirizzo thepinkred@gmail.com.
Vi aspettiamo numerosi!

domenica 18 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Serramanna. Vigili in fuga dal corpo (Unione Sarda p. 26)

La canzone del giorno è:
Etta abba chelu - Tazenda feat Fabrizio De Andrè

La frase del giorno è:
Le castagne si stanno sventagliando dentro i ricci!

sabato 17 agosto 2013

L'Appartamento tedesco - l'epilogo!


Ad una settimana dall'ultimo post de L'Appartamento tedesco, nell'ora dei teutonici reportage, non potevamo non dedicare il nostro "stronzo" e "rassegnato" saluto al carissimo e bravissimo Paul_Blau_Vierzig. Grazie per il viaggio compiuto assieme, i tuoi 78 avvincenti racconti (soprattutto con il compianto Sandokan), la tua teuto-sarda puntualità... 

Non ti dimenticheremo mai, ma, sappilo, stiamo cercando BLU!!!
Scion scion
Red, Pink, Violet, Rainbow e Cyan

venerdì 16 agosto 2013

Semena a intuladura unu Caminu 'e paza a sa Luna

by Violet


Semina, semina.
L'importante è seminare!

Non è tempo perso
E' tempo per imparar la pazienza
Tempo di speranza
Tempo per attendere...
A suo tempo, il campo fiorirà

mercoledì 14 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Gli scapoli e la giumenta (Unione Sarda p. 23)

La canzone del giorno è:
All is full of love - Bjork

La frase del giorno è:
Nel dubbio, parla sempre greco antico!

martedì 13 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Quartello - Griglie di tombini, razzia infinita (Unione sarda, p. 17)

La canzone del giorno è:
B BL BLU - Timoria

La frase del giorno è:
Ma lo sapete che domani è la vigilia di dopodomani?

I sogni son desideri... to be continued...


Quanti sogni volano su cielo della Rassegna Stronza, quanti desideri si possono esprimere o realizzare! In combutta con san Lorenzo e con le stelle cadenti avevamo proposto ai nostri lettori di esprimere e realizzare desideri… Vediamo il risultato!

Il primo desiderio espresso fu: IL MAESTRALE!!! e in effetti arrivò presto, almeno in quel di Sardegna.
Il secondo fu: è anni che cerco una canzone che sentivo su RadioPress e iniziava così: "Lunedì un giorno con le corna un male che ritorna..."
Poi furono chieste:
Un’alternativa! Beh, chissà che l’alternativa non stia già arrivando o non la si stia costruendo…
Io desidero, desidero, desidero... un tanguero che balli con me! E’ stato proposto di accontentarsi di qualche tanghero o è stato promesso “chiederò a tutti gli uomini che conosco”… Secondo noi arriva: possibile che nessuno voglia ballare con una graziosa fanciulla?
Desidero la quieta frescura il mattino dopo un possente temporale. Se non sarà ad Agosto sarà a settembre, e promettiamo una mattinata da sogno, già ci stiamo lavorando!
Desidero, desidero, desidero... esaudire un desiderio! Esprimetene tanti! C’è tempo una vita per imparare a rendere felici gli altri, il desiderio si realizzerà, ne siamo certi!
Desidero, desidero desidero... vestire un "abito" speciale... forse vi svelerò anche quale! Alcuni amici però lo sanno!!! E bastano piccoli “like” a far vedere sullo sfondo piccole pleiadi operose.
Vorrei vedere tanti nuovi partecipanti presso la nostra scuola di naturopatia ad indirizzo druidico!  Così che possa tediarli con le mie lezioni di botanica ed erboristeria. Che l’antico sapere possa arrivare fino ad oggi è un auspicio magnifico, e chissà che qualche lettore non si innamori di questa possibilità!
Desidero tanto, ma tanto tanto una casetta in legno da costruire in vigna! Leggete pleiadi, pensate, non vi stancate… dalle vigne si vede il cielo come mai altrove! 
Io vorrei tanto tanto... Un pallone con tutte le firme dei calciatori del Cagliari... E uno del Tonara! Le mie squadre! Stelle stelline, fatevi sotto… in fondo è un desiderio piccino!
Vorrei un euro per ogni cicca abbandonata sulla sabbia: avremo i soldi per una sala di terapia intensiva pediatrica che manca! Lettori cari, parlate anche voi con le stelle, e con la vostra buona volontà: dai pensieri e dai luoghi piccoli possono nascere grandi cose!
Desidero, desidero, desidero una nuova sede dove continuare l'itinerare della Mostra delle Cartoline alla Macchia!  Ehi, stelline belle… Chi ci ospita?
Desidero, desidero, desidero un biglietto aereo per un posto dove non sono mai stata!  Chissà che non si appaghi presto il desiderio di viaggio… che se non è in aereo può pur sempre essere in mondi meravigliosi e sconosciuti!
Vorrei riuscire a pubblicare una raccolta di ciò che scrivo.  Senza spellarmi vivo! Dai commenti abbiamo trovato tanti lettori… Stelle, cercate anche un editore!
Il sette agosto la serenità delle stelle è stata funestata dal fuoco, che saliva alto fino al cielo… Anche i nostri pensieri non si spostavano dalla paura di una terra che brucia, di una “casa” che va in fumo…
Desidero che ognuno di noi pianti un albero. La Sardegna brucia e non facciamo nulla.
Desidero, desidero che la mia terra smetta di bruciare, in ogni senso. 
Desidero, desidero, desidero... che i nostri amici non ci lascino soli in questo momento! Aiutiamoci, tutti insieme a desiderare, sognare e realizzare un segno, piccolo piccolo, ma concreto, che dica amore alla Terra e impegno per proteggerla dal fuoco. Piccolo, ma che sia vostro e nostro. 
Io vorrei abbracciare e ringraziare uno per uno i vigili del fuoco che in queste ore stanno spendendosi per la nostra terra.
Qui la promessa è nostra, alle stelle. Faremo tutto quel che possiamo per consolare la nostra terra, per non farla dimenticare, per propiziare nuovi germogli. Con l’aiuto di tutti voi, speriamo.
Desidero...desidero... che le Creature umane aprano il loro cuore alla fiducia nell'Amore vero, quello che disseta e fa rinnovare la Vita in ogni dove... Beh, nell’esprimere questo desiderio c’è già il seme per la sua realizzazione!
Desidero... la felicita´e la Salute di mio figlio e delle persone a me care....che non ci sia più sofferenza e... amore per tutti! È un desiderio grande per pleiadi piccole, ma la felicità vive di vicinanza, amicizia, colori… e su questo si può fare tanto!
Desidero che il mondo che lascio ai miei figli e ai miei nipoti sia migliore di quello che ho avuto io. Desidero che imparino ad apprezzare le cose semplici e per niente scontate, che rispettino la terra e la natura, che vivano in pace e senza pregiudizi.racconta loro il mondo, la vita, la storia con la tua sensibilità... ne farai persone speciali che renderanno speciale il mondo che abitano e abiteranno... e così, da una generazione all'altra: io lo credo!” Così dice un commento, e così crediamo che si possa realizzare tanto per le generazioni future.
Desidero la forza mentale e fisica per riuscire a laurearmi a novembre...desidero non pagare un altro anno di tasse! Forza lettori, mandiamo tanti influssi benefici e pensieri incoraggianti alla nostra amica! 
Desidero l'abbraccio di un amico che vidi l'ultima volta il 25 marzo 2012... Non c’è nulla di più meraviglioso dell’abbraccio di un amico lontano: stelle, colmate le distanze! E noi impegnamoci a non diventare mai degli amici troppo lontani…
Desidero...desidero...che in questa notte speciale, piena di stelle, si realizzi un desiderio per ciascuno di voi!!!! ...e, magari, anche più di uno!!!! Allora amici, avete guardato le stelle? E voi stelle siete state fedeli?
Desiderooooo.. tornare qui! C’è sempre un ritorno nei luoghi del cuore… non dubitiamo che il desiderio si possa realizzare!
Desiderio, desiderio... la divisa di Hogwarts! O quanto meno la sciarpa... Di Serpeverde!!! Desiderio per magia… chissà che qualcosa non si materializzi all’improvviso!
Desidero desidero..... trovare la lampada di Aladino e non portarla al rigattiere! Eh… qui serve la capacità di discernere, mica è molto facile! Ma se non si è soli si vede molto meglio, e non si ingrassano i rigattieri!
Vorrei vorrei... Una canzone porta fortuna da cantare alle stelle stanotte! E voi… avete mai cantato alle stelle?
Vorrei vorrei vorrei che tornassero le lucciole, come quand'ero bambina! Dai commenti si vede tanto amore per la natura… se tutti la rispettiamo magari anche le lucciole torneranno!
Desidero desidero desidero... Trovare un piccolo gruppo di viandanti con cui percorrere il Cammino di Santiago come autentico pellegrinaggio... e a costo zero! Questo desiderio è molto piaciuto… chissà che non si possa formare da qui un gruppo di pellegrini pronti a partire!
Desidero, desidero... Desidero che tutti i desideri espressi qui, da queste persone con l'animo puro e rivolto alle stelle, trovino realizzazione rendendo felici sia chi li ha espressi, sia chi contribuirà a realizzarli. Anche questo desiderio si realizzerà, perché ogni minuto speso a sognare o a fare una sorpesa a qualcuno rende felici!
Desidero fare un nuovo tattoo che rappresenti me stessa, mi ricordi chi sono e cosa ho fatto per salvaguardare la mia felicità. Desidero ardentemente questa rappresentazione della mia vita. Se può essere utile noi chiamiamo a raccolta i nostri artisti per un disegno stupenderrimo!
Desidero, desidero, desidero... che la mia sorellina debba andar presto a pagare il debito contratto da bambina con un fraticello. Un commento dice “chiederò a tutti gli uomini che conosco!” chissà che seguendo le stelle non arrivi quello più giusto… chissà!
E' notte mia Selene, sorgi bianca 
e pallida dal mare, 
non sei più legata alle sorti del dì. 
Elio ti lascia finalmente posto.
Trainata lesta dai tuoi cavalli
fermati dietro le nubi ad ascoltare. 
Ci son tanti desideri da esaudire 
e se qualcuno sarà 
manda giù una delle tue giovani ancelle 
per far si che accada. 
E il desiderio che ti chiedo 
in dono è serenità e buoni amici.
I buoni amici ci sono, noi lo saremo… grate dei doni che la splendida sensibilità di questo nostro amico ci fa!


Questi i desideri espressi, queste le possibilità di realizzarli… leggete e pensate, e se volete realizzate! Contattandoci vi metteremo in contatto con il sognatore che vorrete rendere felice… anche se sal Lorenzo è passato le Pleiadi Stronze non vanno in vacanza!

lunedì 12 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Sassari. In mille attorno alla griglia (Unione Sarda, p. 24).

La canzone del giorno è:
Bor To Run - Bruce Springsteen

La frase del giorno è:
Questo è il centometrista che vorresti trovare (anche in camera e anche alle due di notte)!

domenica 11 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Domus de Maria - Il reggae invade il paese (Unione sarda, p. 21)

La canzone del giorno è:
Big in Japan - Alphaville

La frase del giorno è:
Il sole bacia i belli, ma il mare li annega!

sabato 10 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
L'itinerario. Tutti in groppa all'Orso di granito (Unione Sarda, inserto Estate IX)

La canzone del giorno è:
Tutta Roma - Guzzanti

La frase del giorno è:
E' una disinfestazione o un'uscita?

L'appartamento tedesco. Tutti i colori di una cronaca tedesca

Schluss

Con quest'immagine si conclude la seria dei post dell'Appartamento tedesco. Tutti i colori di una cronaca tedesca
E' il tempo di cose nuove, di nuovi spazi e tempi e di circolare dando la precedenza a destra dopo aver scatenato l'inferno. 
Un saluto alle due Stronze Pink&Red, alle altre comari della Rassegna, non meno impertinenti e irriverenti di loro, e soprattutto a coloro che hanno letto, guardato e ascoltato ogni tanto questi post.

Paul_Blau_Vierzig

venerdì 9 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Spagna. Il cane sporca? La cacca a casa (Unione Sarda p. 11)

La canzone del giorno è:
Non potho reposare - Maria Carta

La frase del giorno è:
E duru duru duru duru stai, ca sa pippia no si mroxia mai...

giovedì 8 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Carbonia. In viaggio sul treno-forno (Unione Sarda p. 26)

La canzone del giorno è
Ci vuole un fiore - Sergio Endrigo 

La  frase del giorno è:
Ti amo ma posso spiegarti!

Noi, senza di lei, siamo niente!!! ...estemporanee e furiose considerazioni... by Violet



Lo so, sono monotematica questi giorni... pazienza: nessuno è obbligato a starmi a sentire!
Qualche tempo fa ho avuto una discussione su fb (luogo dove per altro, nonostante il mio caratteraccio cerco di non discutere con nessuno) con un "gentile" signore che aveva risposto ad un mio commento su un post de la Repubblica sull'acquisto degli F35. Io facevo notare che ci fosse bisogno di Canadair e lui mi rispose che, brava, volevo mandare a casa, senza lavoro, 8000 volontari dell'antincendio! 
Ieri ho preso una pausa dalla vita e ho fatto una giornata intera al mare, Poetto, vicino a casa. In cerca del riposo di cui ho bisogno. Ma il pomeriggio è stato turbato dalla colonna di fumo, che poi sono diventate tre e quattro colonne e, più tardi ancora, una nube densa ed indistinta, che si innalzava dai monti (occhio e croce, ma ci ho azzeccato) tra Capitana e Sinnai. 
E mi sono tornate alla mente, insieme ad un senso di angoscia crescente, tante cose... L'incendio di tanti anni fa a Solanas, quando siamo rimasti "bloccati" in spiaggia con 100 ragazzi della nostra colonia diurna in preda al terrore; l'incendio che, ancora anni prima, minacciò per giorni Laconi e il mio bosco; le persone del servizio antincendio che tutti gli anni sacrificano se stesse e le estati, e talora anche la propria vita, alla follia e al cieco interesse della specie chiamata umana; e l'idiozia di quel "gentile signore" che mi apostrofava gratuitamente su un social network, senza conoscermi, senza sapere niente di me, solo per parlare! 
Oggi non si è soli, no! Così con Red abbiamo messo mano al cellulare e alla sua connessione internet e ho scoperto che il "mio bosco", campagne tra Nurallao, Isili e Laconi, bruciava: uno dei rari polmoni verdi in quella zona dell'Isola. La mia Terra, Casa!
Mi è salita una rabbia cieca, mista a tristezza e forse a odio. Un sentimento devastante, che aveva bisogno di esplodere e che ho contenuto con tutta me stessa, contro quella parte di società sarda e italiana che devasta per speculazione o per ignoranza e contro l'altra parte di società che fa finta di niente! Non ci sono soldi: il patto di stabilità di fatto "ruba" ai piccoli comuni anche quei pochi euro che servirebbero per tagliare l'erba secca lungo le strade. I mezzi sono sempre di meno: si decide di non lasciarli di stanza in territorio sardo, ma quando servono, non solo devono arrivare da lontano, ma ci vogliono i fondi per il carburante... non sempre disponibile, che in pratica vuol dire: non sempre si alzano in volo! Mi chiedo: quanto costa un pieno per un F35? Possiamo permettercelo? 
E mi arrabbio, mi arrabbio sempre di più! 
Sono impotente come singola cittadina. Possibile che rimanga solo l'impotenza, la rabbia, la tristezza vuota? 
Guardate le prime pagine dei giornali nazionali. Niente. Nemmeno una parola! Noi andiamo in fumo, ma non importa a nessuno... Questi giorni, d'altra parte stanno bruciando zone bellissime, ma poco note dal punto di vista turistico. Il giardino di noi sardi, non ciò che l'Italia considera il proprio giardino privato dove arrivare quando si ha voglia e per puro piacere, senza lasciar niente e, per favore, a modici prezzi!!! 
Ieri un'amica cara e sensibile ha scritto: vorrei che tutti piantassero un albero. Lo farò! 
Eppure è solo un modo di rimediare, tardivo e che necessita di tempo. Di tanto tempo... 
Pianterò un albero, ne godranno gli uomini e le donne, gli animali e le piante che verranno; ne godrà la Terra e mi basta anche questo!
Ma c'è bisogno di cura e di prevenzione ora! C'è bisogno che ascoltiamo il grido del creato, della nostra Terra che piange e soffre e che facciamo finta di non sentire per continuare a fare i nostri porci comodi!!! 
Il giorno che ci abbandonasse saremmo finiti. 
Lo sappiamo? 
Lei può vivere senza di noi: lo ha fatto per milioni di anni, noi senza di lei siamo niente!!!

mercoledì 7 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Manette per Capo Caccia (Unione Sarda p. 2)

La canzone del giorno è:
Charmless man - Blur

La frase del giorno è:
Mettono un bassotto o un coccodrillo e si sentono virili: pensa se mettessero un T-rex!

martedì 6 agosto 2013

Semena a intuladura unu Caminu 'e paza a sa Luna

by Violet


Semina, semina
L'importante è seminare!


Semina semi di libertà

grani di speranza
chicchi di fiducia
Aprirai orizzonti infiniti per te e per il mondo...

lunedì 5 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Ozieri - Gli spagnoli frugano negli archivi (Unione sarda, p. 22)

La canzone del giorno è:
Sotto questo sole - Francesco Baccini e i Ladri di Biciclette

La frase del giorno è:
Mi scappa la pipì!

Calcio d'estate - By Red

Da quant’è che è finito il campionato, e quand’è che ricomincerà? Mesi? Anni? Ere geologiche? Anche no, diciamolo: quest’anno ci ha pure un po’ preso all’anima con il colpo di coda della Confederation. Ma si sa, senza calcio come si fa in Italia? E poi il calcio, quello vero, quello che conta, si gioca in estate. No, non parlo del calcio mercato e dei milioni che volano tra una birra ghiacciata e uno spritz, che decideranno e condizioneranno campionati e coppe per un anno.
Parlo del calcio giocato, ma giocato davvero.
Perché d’estate le strade e le spiagge tornano ad essere il regno del calcio che si gioca, nel mondo dei giochi antichi, semplici e intramontabili. Senza nemmeno l’ossessione, per quanto piccola possa essere, della partitella dei pulcini, il calcio d’estate è quello in cui padri e figli si trovano insieme a non aver paura del sole, mentre mamme e figlie colonizzano i pochi centimetri d’ombra che ci sono sotto l’ombrellone. Ed è bello il calcio d’estate, così bello che vorrei, se mai avessi dei figli, fare io il padre e giocare con i bimbi sulla spiaggia. Tracciare sulla sabbia linee che il vento porterà via, spiegare a piedi scalzi la differenza di un colpo di piatto e uno col collo del piede, e correre, correre, correre dietro un pallone finché fiato non ci separi.
Le porte d’estate sono ciabatte di plastica da 2 euro al mercatino del giovedì, le squadre d’estate sono più internazionali dell’Internazionale. Senza nemmeno un euro e senza l’inquietante presenza di moratti Moratti d’estate la spiaggia si colora di ragazzi dei paesi più disparati e impensati, che non si conoscono ma giocano, sfidando la sabbia bollente, lasciando per terra zaini e mercanzie, tutti insieme, solo per giocare. Con palloni di cuoio, di gommapiuma, con le bocce o con un barattolo tutti corrono e segnano, per amore del gioco, per ritrovare la fanciullezza perduta o per sentirsi grandi a giocare con padri, zii e fratelli.
Ed è strano, o forse è solo il destino del calcio, ma anche il calcio d’estate divide l’opinione pubblica di spiagge piene e sonnolente, tra chi si incanta al cospetto della magia di un pallone e chi pensa che i calciatori di turno siano solo sfaticati buoni a nulla che sollevano sabbia e strillano inutilmente. Eppure il calcio d’estate unisce generazioni e culture, fa nascere amori e amicizie, rompe piedi e aggiusta giornate e a volte realizza sogni inattesi. Perché a settembre, allo stadio, non giocherai mai con il tuo campione del cuore, ma se lo incontri sulla spiaggia… chissà!
Poi c’è il calcio parlato d’estate, che non mi piace granché, e il calcio sognato, che non si dice ma al prossimo campionato chissà cosa si farà! Quello sognato dai ragazzini che si son sentiti dire “bravo” per una rovesciata da pallone d’oro, che sull’erba non riusciranno mai a fare, mentre sulla sabbia tutto è possibile. E quello sognato dai padri e dai nonni, che già si vedono il pargoletto in nazionale, e quello sognato dalle ragazzine sognanti, che già si vedono in tribuna stile “Ilary ti amoooo!!!”. Perché in fondo sognare uno stadio gremito e uno scudetto al petto non costa nulla, e lo può fare chiunque.
E poi c’è il calcio aspettato, perché un po’ lo stadio ci manca (a noi di Cagliari di più) e c’è chi freme pensando al prossimo abbonamento in tasca, chi si programma le ferie per essere nella città giusta nel giorno giusto, chi pensa agli sfottò per amici e parenti, perché non possono essere sempre uguali.

E poi l’estate passa, e lascia un po’ di sabbia e un po’ di magia nell’aria. E poi la sabbia vola e i padri si infuriano alle partite dei pulcini, le tifoserie si dimenticano delle partitone e si scontrano, i milioni nascondono la purezza di uno schema perfetto, gli arbitri misurano le porte che non sono più fatte di ciabatte prese al mercatino, e… la magia del pallone comunque rimane. Ve lo assicuro, guardate bene, anche nelle partite di serie A. Perché all’improvviso, nel gioco, che rimane comunque gioco, chi sa giocare vedrà il luccichio della sabbia bianca e la voglia di rincorrere un pallone stampato anche negli occhi dei tanto vituperati grandi campioni, che in fondo son ragazzi che giocano. E allora la bruttezza degli affari che dominano un mondo che dovrebbe appartenere ai sogni viene fulminata dalla luminosità dello sport, e la bellezza del gioco rimane, a scaldare i piedi di tutti fino alla prossima estate sulla spiaggia.

I Sogni son Desideri...


Care amiche e cari amici
grazie alla Rassegna Stronza nasce la Banca dei Sogni e dei Desideri!

Ti piace guardare il cielo alla ricerca di una stella cadente a cui affidare un desiderio da esaudire?
Sei un sognatore ad occhi aperti, uno che crede che sognare sia la prima pietra della costruzione di una nuova casa?
Ti piace leggere negli occhi delle persone che hai attorno un brillio di gioia o stupore, per un sogno avverato, un dono inaspettato, un desiderio che si realizza?
Allora la nostra iniziativa fa per te!!!

Esprimi, direttamente sulla bacheca del nostro evento I sogni son Desideri... su fb (o se non sei iscritto a fb mandaci una email all'indirizzo thepinkred@gmail.com e provederemo noi a postare), un DESIDERIO o un SOGNO... piccolo o grande, il più possibile simbolico, reale o immateriale! E leggi attentamente i sogni e i desideri degli altri partecipanti: magari ne trovi uno che sei in grado di esaudire senza sforzo, trasformandoti per un istante in una novella pleiade in discesa libera sul cielo della Rassegna!
In questo caso mettetevi in contatto con noi in pm e vedremo di combinare insieme il desiderio, il sogno, con la sua realizzazione... e al suo avverarsi, piccolo "scatto" da postare nell'evento, per condividere con tutti!!!

Ancora una volta è l'occasione per stare insieme, per farci compagnia, per conoscerci... in maniera giocosa e non scontata, come noi siamo!

Sognate, sognate, sognate!
Avverate, avverate, avverate!
Desiderate, desiderate, desiderate!

State con il naso all'insù a cercar stelle, ma soprattutto scrivete, postate e condividete con noi!!!

domenica 4 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Tortolì. Il papà dei tavoli girevoli (Unione Sarda p. 43)

La canzone del giorno è:
Sunrise - Duran Duran

La frase del giorno è:
Pensavo che era finita l'era del brufolo!


sabato 3 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Il mattone "secondo me" (Unione Sarda p. 4)

La canzone del giorno è:
Ganapati -Trilok Gurtu

La frase del giorno è:
E dire che i topi mi stavano simpatici!

L'appartamento tedesco. Tutti i colori di una cronaca tedesca

Alt Heidelberg
Oggi una bella canzone nostalgica di studenti che ricordano i tempi passati nella vecchia HD...
Alt Heidelberg
Testo, Joseph Viktor von Scheffel, 1853; musica, Anton Zimmermann, 1861.

Alt Heidelberg, du feine,
du Stadt an Ehren reich
am Neckar und am Rheine
kein andre kommt dir gleich
Stadt fröhlicher Gesellen
An Weisheit schwer und Wein
Klar ziehn des Stromes Wellen
Blauuglein blitzen drein
Und kommt aus lindem Süden
Der Frühling übers Land,
So webt er dir aus Blüten
Ein schimmernd Brautgewand.
Auch mir stehst du geschrieben
Ins Herz gleich einer Braut,
Es klingt wie junges Lieben
Dein Name mir so traut.

Alt Heidelberg du feine
Du Stadt an Ehren reich
Am Neckar und am Rheine
Kein andre kommt dir gleich
Und stechen mich die Dornen
Und wird mir's drauß zu kahl
Geb ich dem Roß die Spornen
Und reit ins Neckartal

Paul_Blau_Vierzig

Breaking news - Speciale 50000!!!

La foto del giorno è:



La notizia del giorno è:
La Rassegna Stronza fa Cinquantamila!!!

La canzone del giorno è:
Il più grande spettacolo dopo il big bang - Lorenzo Jovanotti

La frase del giorno è:
Più del solleone, più della luce accecante, più anche dei 36 gradi di oggi. Non più dei sorrisi dei bambini, ma altrettanto grati... 50000 grazie!
Chi va piano, va sano e va lontano! E noi piano piano, e con vostro aiuto ci siamo arrivate! 50MILA click è un super traguardo!!! 
Piccole donne crescono! La nostra "creaturina" ha appena compiuto due anni e nonostante la sua tenera età ha raggiunto il traguardo delle 50000 visualizzazioni. Auguri Rassegna, che tu possa continuare a crescere, più Stronza che mai!
Ci manca il Maestrale!!! Che porti entusiasmo e novità... e, uno dopo l'altro, altri 50000 click sulla nostra Rassegna Stronza...
50000,
sono i pink e red post della vostra vita.
E chi è red e pink vive più a lungo e stronzo.

venerdì 2 agosto 2013

Breaking news

La notizia del giorno è:
Se va in crisi anche l'ombrellone (Unione sarda, p. 12)

La canzone del giorno è:
Domenica d'agosto - Bobby Solo

La frase del giorno è:
Che strana cosa Milano ad agosto!