sabato 14 dicembre 2013

Pink Parade - La classifica in Rosa (Xmas Edition)

Parte oggi una nuova rubrica tutta in rosa scritta da Pink. La nostra Signora in rosa ogni mese ci accompagnerà con una classifica su qualcosa che la stuzzica, la ispira o che sia suggerita da voi. Essendo dicembre, ed essendo ormai quasi Natale, Pink ha pensato di interrogare le proprie colleghe colorate per sapere cosa secondo loro "fa natale"!


Le dieci cose che “fanno Natale” scelte dalle vostre bloggers preferite!!! 

10) Il disordine nell’armadio per nascondere i regali.
Fare i regali è bellissimo, ma la cosa bella del Natale è che si fanno regali a tante persone e bisogna trovare un posto per nasconderli fino a quando non si mettono sotto l’albero. Nelle case dove ci sono solo adulti, qualcuno li mette sotto l’albero man mano che li impacchetta, ma a noi non piace. Ci piace invece la tradizione, quella di farli comparire all’ultimo momento per rendere l’albero – già bello ed emozionante di suo – ancora più speciale. E che dire poi di quando, dopo aver fatto tutti i pacchetti, vi ritrovate la stanza sommersa di carta, rotoli di nastro colorato e scotch? Stupendo! Parola di Red!

9) Il calendario dell’Avvento
Abitudine antica ma sempre amata da tutti. E’ un’usanza tipica dei paesi tedeschi ma molto diffusa anche qui per accompagnare grandi e piccini nell’attesa del Natale, dal 1° dicembre alla vigilia. Un regalino o una sorpresina in ogni casella e il divertimento è garantito. Fatelo, ve lo consiglia anche Violet!!! 

8) La Novena
Non so voi, ma io adoro andare alla Novena. E adoro ancora di più cantarla in latino. E’ un’emozione indescrivibile prendere in mano quel librettino e cantare l’attesa del Natale. Con un filo di frustrazione ammetto che non riesco mai a beccare l’intonazione dell’antifona al Magnificat… Ma che meraviglia comunque!

7) Le Luminarie per strada
L’altra sera, mentre andavo a danza, ho notato che il palazzo de “La Rinascente” era ricoperto di luci natalizie e finalmente l’aria del Natale mi ha preso. Passerei ore, come d’altronde facevo da bambina, a rimirare quelle luci per strada, non quelle delle vetrine, ma quelle sospese per aria, da muro a muro che illuminano la strada, ogni anno un po’ diverse e un po’ uguali. La crisi ce le sta un po’ togliendo, ma francamente avrebbero strappato qualche sorriso in più.

6) Fare l’albero e il presepe
Io sono una cultrice del Presepe. Se fosse per me, farei solo quello. Però lo so che l’albero ha il suo fascino, piace a tutti vederlo illuminato nella penombra di casa, fa subito “Natale in famiglia” ed è questa la cosa importante: stare insieme. E poi ci sono gli alberi con sorpresa: quelli con i gatti cacciatori di palline, White ne sa qualcosa!

5) La pubblicità della Coca-Cola hippie degli anni ‘70-‘80
Coca-Cola e Natale sono un binomio di marketing quasi insolubile, perfino Babbo Natale ha i colori della Coca-Cola! Eppure per me non è Natale senza quella canzoncina: “Vorrei cantare insieme a voi in magica armonia…”. Adesso non la trasmettono quasi più, ma con youtube si riesce a trovarla lo stesso. Quest’anno mi ci sono fatta pure la suoneria per il cellulare. Sono fissata!!! 

4) Il crepitio del fuoco
Un mio grande desiderio, che spero prima o poi di realizzare, è quello di passare le festività natalizie in un posto dove ci sia tanto caldo da poter stare in spiaggia. Ogni volta che ci penso, vengo poi assalita da un dubbio: ma poi il caminetto? Stare davanti al caminetto, sgranocchiando frutta secca, dolcetti, mandarini, fa parte del Natale in senso stretto: unione, condivisione e allegria. Fuoco, focolare, famiglia: le tre F del Natale!

3) Il profumo degli agrumi
Non ho mai avuto il caminetto in casa, ma quando andavo da mia nonna lei mi diceva sempre di buttare la buccia delle arance, dei limoni e dei mandarini nel fuoco “perché fa buon odore”. Se ci pensate, ogni cosa a Natale ha odore di agrumi, perfino le miscele di tea speciali per Natale. E poi fanno benissimo: unite l’utile al dilettevole. Qui ve lo consigliano, oltre me, anche White, Violet, Red, Green. Cyan, in particolare, vi consiglia di usare la buccia, tagliata in pezzi piccolini, per coprire i numeri delle tessere della tombola.

2) Gli occhi dei bambini
Leggere la sorpresa, la gioia e la meraviglia negli occhi dei bambini durante il Natale è una cosa che difficilmente si può superare. Il Natale è una loro prerogativa, deve essere a loro misura perché solo così diventa a misura di tutti. I miei nipotini adorano usare i personaggi del Presepe per costruire le loro storie, spostare le palline nell’albero, ma da quando ho realizzato la “loro” pallina (con il loro nome) ne fanno un vanto. E che meraviglia vedere i loro occhi quando l’hanno vista la prima volta…

1) I film di pomeriggio
Piccolo Lord, Mary Poppins, Tutti insieme appassionatamente, e poi i cartoni animati: Cenerentola, La Bella Addormentata, La Spada nella Roccia… Avete capito che i “nostri” film di Natale sono un po’ diversi dalla media cinematografica. A noi piace guardarli in casa, sul divano, tutti assieme con la copertina, il tea caldo e i biscotti appena sfornati, cantare tutte le canzoni, commuoverci e ricommuoverci. Il Natale è anche semplicità. E poi ormai questi film sono entrati nella tradizione, come “Tu scendi dalle stelle”, si devono vedere! Noi li amiamo tutti, il vostro preferito qual è? 



Quali sono le cose che per voi “fanno Natale”? Ditemelo, scrivendo qui nei commenti o via email, twitter o facebook. Una classifica può sempre essere aggiornata!!!

Nessun commento:

Posta un commento