sabato 28 aprile 2012

Stiletto sport

La giornata del fritto misto

Sigla!

Campionato, Champions e chi più ne ha più ne metta!!! La giornata tra il 24 e il 25 aprile ha riservato  talmente tante sorprese che veramente non sappiamo più da dove cominciare. Prima notizia fra tutte il succulento gossip tra Belen e l'ex di Emma Marrone che sta attanagliando le nostre giornate. Red in realtà ha appreso le ferali notizie dalla home page yahoo, mentre cercava di leggersi le email, dopo di che non ha perso molti minuti di sonno a preoccuparsi... Ma qui si parla di calcio per cui... 
Si parte martedì pomeriggio con gli anticipi di Atalanta-Chievo e Cagliari-Catania. Partiamo quindi dai rossoblù contro i rossoazzurri. Una sfida salvezza tutta per Red che parte con la sua operazione lacrimatoria nei confronti della cricca di Montella. In realtà Red non frastimma in senso proprio, lei sta zitta, e intima il silenzio. La canzone del prepartita è "iIt's oh so quiet" e a chiunque provi a fiatare Red intima il silenzio. Anche a chi cerca di consolarla e dice vedrai... shhhhhh! shhhhh! Zitti tutti e basta. Il primo tempo vede il Cagliari in leggerissimo affanno, a parte il fatto che Avramov che sostituisce Agazzi. Incredibile questo ragazzo in pantacalze che, secondo il papà di Pink, ricorda il mitico Valerio "Saponetta" Fiori. Uh, caro papà di Pink, che bei ricordi hai fatto venire in mente a Red... uh, che bellino Fiori! Uh, lui e le sue dichiarazioni all'aereoporto di ritorno da Torino dai quarti di UEFA... "Erano tutti 'mbriachi, ma noi siamo i più forti!" Che commozione, che bei momenti, che lacrimucce romantiche si affacciano negli occhioni di Red... ma chiudiamo la parentesi! Il giovane portiere schiaffa subito un bel dribbling all'attaccante avversario che lascia basita la curva: c'è del talento qui! E infatti il ragazzo si distinguerà per il resto della partita salvando più volte il risultato, non da solo ovviamente, ma con tutta la difesa che quando vuole ci fa sorridere molto. Da segnalare anche il ritorno di Pinilla che regala una piacevole sensazione di frizzantezza all'attacco del Cagliari. Tutti questi elementi si fondono e in un surreale silenzio di Red, rotto solo da qualche sospiro e da qualche shhhhhh, il Cagliari si tira fuori una bellissima vittoria. Il primo gol è un tiro imprendibile di Thiago Ribeiro che gela i catanesi. Con buona pace di Pink che ha a Catania una sorella, partono le danze di gioia perché i 3 punti sono importantissimi!!! Red vuole precisare che lei non balla, non canta, non nomina punti... niente! E' in trance scaramantica e gioisce solo dentro, in rigoroso silenzio, in un'attesa assolutamente e rigorosamente muta. Quello che non ci spieghiamo è perché il signor Massimo Ficcadenti si ostini a non mandare in campo titolare Victor Ibarbo. Cos'altro deve fare questo ragazzo per convincere l'allenatore? Lavargli la macchina? Red non se ne fa una ragione perchè il ragazzo è bello e bravo, con il pallone nei piedi è un piacere stare a vederlo, nella corsa ha l'eleganza di un mezzofondista etiope, e a gioco fermo se ci scappa un primo piano valorizza esteticamente la diretta. Per non smentirsi Ibarbo confeziona prima un assist perfetto per Pinilla e poi segna il terzo gol. Pinilla tra vedere e non vedere non esulta per il gol, non si sa mai che l'arbitro decida di espellerlo anche stavolta per uno "Yu-huuuuu!!!", quindi si limita a alzare le braccia, e basta. Quello che conta però è il gol, ed è bellissimo! Non è finita qui, perché magicamente in campo compare Larrivey! In quel momento Red rischia di rompere il silenzio con un "porca...", come succede anche quando entra in campo Suazo, ma con la tonalità di blu sbagliata nella maglia (Red ha una rigorosa e scaramantica fobia per gli ex, preferirebbe che entrassero in campo le belve!). Ibarbo riesce quasi nel miracolo di far segnare Larry, ma il suo tiro diventa un fenomenale assist involontario per il colombiano che, già che c'è, segna! 3 a 0!!! 3 come i punti salvezza che il Cagliari guadagna e che sono fondamentali. Red supplica: shhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!! Basta con questi punti fondamentali!!!!!!!! Shhhhhhhhhhhhh!!!!!!! Shhhhhhhh!!!! Shhhhhh! Tant'è che la canzone del dopopartita è "it's oh so quiet", che pare continui a fischiettare anche nel sonno, chiedetelo a Violet.
Nell'altro anticipo l'Atalanta vince col Chievo, il che fa bene al Cagliari comunque. (Shhhhhh!)
E arriviamo al mercoledì. Le sfide scudetto si giocano tutte alle 18, "e gi fia s'ora!!!" dice Pink. Dopo aver simpaticamente asfaltato la Roma, la Juve scende in campo contro il Cesena ultimo in classifica, mentre il Milan trova un Genoa reduce dalla pessima partita e scena della scorsa giornata. Si sa che queste partite sono spesso più complicate del previsto e così avviene per entrambe le squadre. Pink non riesce a vedere il primo tempo, impegnata com'è in questioni familiari riguardanti "Sant'Efisi, martiri gloriosu". Mentre sta gironzolando in piazzetta Sant'Efisio con Goppai tra Terzo Guardiano e Alter Nos, si rende conto che la sua Juve sta ancora pareggiando a Cesena. Non resta altro che lanciare uno sguardo al martire guerriero e dirgli "Oh Fisine', vedi se puoi farmi passare l'ansia!". Partono is goccius e Pink lascia la piazzetta di Stampace per spostarsi in piazza Yenne a vedere la partita. Qui viene a scoprire che alla Juve avevano dato un altro rigore (ettamanera!!!) ma che Pirlo l'aveva sbagliato di nuovo. Possiamo vincere senza forse, a differenza di chi senza non sa vincere? A buon intenditor poche parole, cari Acciuga e Galliani... Ad un certo punto a Pink tocca quasi picchiare Goppai perché al momento della punizione di Pirlo il suo gentil consorte dice "Dai che questo è gol!". Affrontu leggiu! Non si dice mai!!!!! E Pink si è ripromessa di dirlo alla prossima partita che lei e Goppai vedranno assieme, bisogna pareggiare il frastimmo! Dispiace, ma è così! Red in tutto questo parteggia per Goppai, ancor più dopo questa terribile minaccia... e pensa, ma non è vero che dispiace, per la verità ci si diverte da matti a frastimmarsi a vicenda, anche se ci sono momenti in cui si rischia il divorzio! Tra una punizione in "culonia" e un gol annullato, Conte decide di far entrare Borriello, l'attaccante probabilmente più inefficace della storia della Juventus. Goppai dichiara "Oggi segna!" e Pink vorrebbe menarlo seriamente con un randello, si ravvede però e dichiara "Eja, se segna mi denudo qui!" proprio come se fosse impossibile. E invece non va a segnare proprio lui? Miracolo a Cesena: Juve in vantaggio con gol di Marco Borriello!!! A questo punto Pink è costretta a denudarsi, ma un compassionevole Goppai la grazia.  Pink ti tocca! Urlano però tutti quelli che non sono il suo fidanzato... come finirà? Ora, siccome sa tanto di "Scherzi a parte", a Milano si diffonde la voce che oltre al gol di Borriello ce ne sia uno del Cesena. Il Milan è in vantaggio e questo vorrebbe dire per Acciuga, Pelato & Co. accorciare drammaticamente (per la Juve di Pink) le distanze. A San Siro si festeggia e si bivacca, urla e gioia. Ma non è vero! Neh!!! Il Cesena non ha mai pareggiato e la distanza è sempre la stessa! Uahauahauahaua!!! Risate veramente grasse del popolo juventino!!! E a proposito, Sant'Efisi a Pink l'ansia è passata, fino a domani almeno... Red solleva gli occhi a Sant'Efisi, e gli dice: "Martiri gloriosu, pensa ai concittadini prima che ai torinesi... Shhh!"
Si fa sera e arriva la Champions. Si gioca praticamente di tutto! Pink deve riprendersi dall'eliminazione del Barcellona per mano del Chelsea, anche forse grazie a delle "impensabili" parole di Red. Red deve chiedere perdono infatti, non l'ha fatto apposta, giurin giuretto! Ricordate tutti quei napoletani tronfi e gongolanti a Londra, proprio all'indomani del nefasto incontro di campionato col Cagliari? Red vide quella partita con una partecipazione emotiva notevole, e quando i suoi nemici giurati uscirono a "testa alta" dalla Champions presa dalla gioia e dall'emozione disse così: "Siamo tutti londinesi, ora potete vincere la coppa Campioni! (si, coppa campioni, Red a volte ha dei modi di dire da zia vecchia!) Non voleva portar male al Barcellona, ma ormai quel che è stato detto è detto, una mission impossible è stata compiuta, il futuro si vedrà... Le dispiace tanto, però bette potenza frastimatoria la vostra Red! La tristezza è veramente tantissima, non ci sono parole. Siamo devastate e prostrate per questo 2 a 2 che condanna i catalani. Sciagura e iattura! Resta soltanto da frastimmare Mourinho, così solo perché lui e il Real ci stanno sulle croste. Inizia male per noi che sostenevamo il Bayern, con un rigore troppo generoso. Il tocco di mano c'è, impossibile non vederlo. Ci chiediamo però in quale posto del suo corpo avrebbe dovuto infilarsi il braccio il giocatore del Bayern, perché sta lì per aiutarlo a cadere bene per terra. La figura che si forma tra corpo del giocatore, braccio e campo è un triangolo rettangolo, in cui il braccio è il cateto più piccolo: senza quel braccio messo così si sarebbe schiantato in terra. Comunque, segna Ronaldo. Ma non può finire così! E infatti ai tempi regolamentari finisce 2-1, dopo i tempi supplementari non è cambiato nulla, ergo: rigori! Lacrime a iosa! Dopo gli errori di Cristiano "Mark Lenders" Ronaldo e Kakà, Sergio Ramos lascia la sua firma, spedendo il pallone nella zona dei plutoidi dando così la possibilità agli astronomi di classificare un nuovo pianeta nano. Bayern in finale a Monaco! Ahahahah! Cantiamo sulle note di Modugno: "Ciao ciao Mourinho, un calcio ancora e poi per sempre ci speserai! Come una fiaba la Champions passa, c'era una volta poi non c'è più!!! Cos'è che trema su Cristianino? E' pioggia o pianto, dicci cos'è! Magari trovi rigori nuovi, ma in finale non ci sei tu!!!" Red guardando le lacrimucce di Cristianuccio ride come una bambina piccola, le ricordano le lacrime di un altro Ronaldo che Cristiano non è! E la faccia di Mou in ginocchio? Parliamone!!! E ricordatevi quello che è stato scritto: "Cristiano Ronaldo: 95 milioni con mastercard. Kakà: 65 milioni con mastercard. La faccia di Mourinho quando sbagliano i rigori decisivi per la finale non ha prezzo!"
E anche per questa settimana è tutto!
Alla prossima dalle vostre Giggi's Angels!

Arrivederci!

Nessun commento:

Posta un commento