martedì 20 novembre 2012

Giornata dell'Infanzia. Articolo 19 della convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza by Rainbow




art.19. ... per tutelare il fanciullo contro ogni forma di violenza, di oltraggio o di brutalità fisiche o mentali, di abbandono o di negligenza, di maltrattamenti o di sfruttamento, compresa la violenza sessuale..







Come si sente un bambino violentato? Mentalmente o fisicamente?
E' lo stesso dolore.
Un taglio nella pancia, o nella guancia o nella pianta del piede.E' un taglio dentro il cervello.
Un taglio, o forse anche due che non si cicatrizzeranno mai.
Perché quando sei bambino e cadi dall'altalena e ti sbucci un ginocchio così come si apre una melagrana matura, sei arrabbiato, perché non puoi più giocare; impaurito, perché hai rotto i pantaloni nuovi; seccato, di dover andare a mettere i punti da quell'antipatico del medico coi baffi gialli. E piangi.
In tutto questo piangi e ti disperi. Ma mamma c'è e ti capirà. Magari ti sgriderà... ma poi un abbraccio e tutto si dimentica dopo una notte.
Invece se qualche adulto ti infila la mano nel pantalone, o ti chiede di fare dei giochi in cui il gioco sei tu, allora il coraggio di dirlo a mamma non c'è.
Perché la colpa è tua. Perché ti vergogni. Perché la nausea che ti sale ogni giorno diventa mista all'odore sgradevole dello zio che è arrivato in ferie. E tu preghi che quelle immagini si cancellino.
E invece rimangono là. Appese come un vecchio poster del circo, ormai passato. Ma ogni volta, giri l'angolo, passi sotto il ponte ed eccolo là. Il circo Togni è in città.
Lo zio che mi vuole tanto bene e mentre mi porta al cinema, m'infila una mano nelle mutandine.
Che gioia tornare a casa, e aspettare che passino sopra altri ricordi.
Cari amici della Rassegna,io vi chiedo:
Cosa possiamo fare per far cessare criminalità come queste? 
Davvero bastano una sfilza di leggi ?
Davvero?

Nessun commento:

Posta un commento