sabato 29 marzo 2014

Stiletto Sport - Il calcio visto dai tacchi a spillo

La domenica del due in uno



Ci son domeniche che mettono un po’ l’ansia, se dobbiamo esser sincere. Per esempio, i turni infrasettimanali mettono l’ansia. Perché non si fa in tempo a rilassarsi la mente che già si è in prepartita, e quando il girone di ritorno si inoltra sempre più l’ansia raddoppia, almeno per Red. Perché Giggi si è nascosto, la vittoria anche insieme ai sogni di gloria, alle ferrari presidenziali, agli stadi ma non al Milan, che rimane a farci compagnia laggiù a un tiro di schioppo.
La domenica parte con gli anticipi del sabato e le vittorie nette di Torino e Roma su Livorno e Chievo. Il pranzo domenicale vede il pareggio tra Parma e Genova. E alle tre del pomeriggio si consuma la Red catastrofe: il Cagliari a Bologna in un tripudio di rossoblù perde uno a zero, e vabbé. Ma con una partita brutta, brutta, brutta, brutta, così brutta che davvero non c’è nulla da dire. Si, vabbé, poi l’Inter ci fa un po’ divertire perdendo all’ultimo a Bergamo, la Samp esagera con un 5-0 sul Verona, l’Udinese batte il Sassuolo, la Fiorentina il Napoli (ta lastima!), e la sera il Milan pareggia con la Lazio mentre la Juventus di Pink incamera altri tre preziosissimi punti.
La Juventus della domenica ha da vedersela con un Catania niente male. Partita che tende, diciamo, al violento con un Catania che picchia giù duro a livello della battaglia del fosso di Helm. Volano schizzi di sangue, rotule e tibie, cartellini come se piovesse, ma principalmente per il Catania riguardo al quale un gioioso cronista di Sky può affermare che sono arrivati a 499 falli in questo campionato. Prima che iniziasse la partita con la Juve, obviously... Dopo 3 minuti sono a 500 (momento champagne per Pink sul divano), dopo 10 minuti sono già a quota 505. Caspita! Comunque ci pensa Carlitos Tevez a sbloccare il risultato e a tranquillizzare Pink. Altri 3 punti raccolti che fanno sempre bene!!
Il Tonara nostro bello non riesce a risollevare l’umore di Red, incassando una sconfitta netta sul campo del Codrongianus, e l’umore di Red scivola agilmente sotto le scarpe.
Ma le sera porta buone nuove che mettono un po’ di speranza nel cuoricino sensibile di Red: vengono dal basket, con una bella vittoria della Dinamo, e dal MotoGP, dove Valentino Rossi, già dal nome chiaramente beniamino di Red arriva sul secondo gradino del podio, dopo una splendida gara che gli permette di iniziare il campionato col piede giusto (quello sinistro cit.).
Mercoledì è così vicino che davvero non ci si accorge che sia arrivato e Red è in prepartita di brutto: cerca foto da stadio, evoca Giggi con tutte le canzoni a lui dedicate, e non son poche, rispolvera la sua canzone porta fortuna It’s oh so quiet. E la fatica è premiata! Non riesce a seguirre più di tanto la partita, ma da quel che vede su twitter, la fonte più veloce e a portata di cellulare, tutto va bene. Pare una bella partita, con qualche azzardo nella formazione che però premia. A decidere è un gol di Nené, che si avvia a far dimenticare a Red i tempi in cui gli strillava a più non posso “Gianluca!!!”. Red è contenta e felice, servivano punti e son stati fatti, ma pensa: “non vi fermate adesso!!! Dai, dai, dai!!!”. La Juventus trova il Parma in casa e Pink non può vedere la partita perché sta volteggiando come una libellula su un prato un giorno che aveva rotto col passato. Insomma, a farla breve, è a danza. A fine lezione controlla il cellulare  sei sta sul 2 a 0 per la Juve con doppietta dell'Apache! Che giocatore, signori miei! Il risultato però non è così stabile e il Parma accorcia alla metà del secondo tempo. Pink urla al suo accompagnatore di fare in fretta a tornare a casa (anche perché sta morendo di fame e in macchina c'è del kebab), ma fa in tempo solo a beccare il dopo partita. Altri 3 punti guadagnati e va bene così. Concentrati fino alla fine. 
Mentre scriviamo la domenica numero 31 sta partendo, anche il Tonara sta per iniziare il suo anticipo a su Nuratze contro la Dorgalese. Forza Ragazzi, e schhhh!!!!
Alla prossima!


Così parlò Nonna Nenna: Un gol è poco, bisogna segnare di più!

Nessun commento:

Posta un commento