venerdì 14 febbraio 2014

Stiletto Sport - Il calcio visto dai tacchi a spillo

La domenica degli accidenti




Ci siamo lasciati una settimana fa con il racconto di una giornata quasi perfetta, foriera di buone speranze e premonitrice di lunghi festeggiamenti per compleanni rossi e vittorie. Abbiamo lasciato Red in trasferta in uno strano posto dove la tecnologia ha un po’ di problemi di comunicazione con il resto del mondo e dove se si esce dopo cena si esce alle 19,30 (immaginate la faccia di Red). Eppure nelle sue premesse questa trasferta ha il sapore della vittoria, grazie a una semplice frase detta da una appena ottenne bimba nata a Torino: “tu non puoi decidere a chi tengo io, non tiferò mai Juventus! E se anche mi dicessi Parigi preferirei comunque Cagliari!”. Ecco, ora provate a immaginare la faccia della zia Red, provate a figurarvi il suo livello di assoluto scioglimento in brodo di giuggiole... Forse è lì che si è distratta, chissà! Ma che immense soddisfazioni!
La giornata inizia al solito il sabato, con tre pestate ben date ad Atalanta, Chievo e Milan, ad opera di Fiorentina, Udinese e Napoli. Quest’ultima un po’ di orticaria ce la dà, come ogni vittoria del Napoli, anche se per su Casteddu è un risultato utile per non far scappare una diretta concorrente per la salvezza… che ridere!
La domenica Red è in viaggio verso Cagliari, che raggiungerà solo in tarda serata, ma il viaggio è lungo e periglioso. Quindi per lei è impossibile seguire le partite (compresa quella di rugby, niente omoni, sigh! E accidenti ai francesi!). Apprende tutti i risultati insieme, perché a un certo punto vede che si son fatte le cinque, si estranea dal mondo e si mette al cellulare. Quel che vede le fa dire “accidenti”, e meno male che era con una bambina di otto anni! Il cellulare dice così:
Torino – Bologna 1-2, e non le piace
Verona – Juventus 2-2, e pensa “ma dai!”
Lazio – Roma 0-0 “che pacco!”
Livorno – Genoa 0-1 “mischinetto il Livorno!”
Parma – Catania 0-0  “poco male”
Sampdoria – Cagliari 1-0 e lì parte l’accidenti!
La piccola guarda Red chiedendole “che c’è zia?” e Red si rende conto che tutti la guardavano interrogativi da chissà quanto. “Vuoi sapere cosa stava facendo la zia? Stava guardando i risultati delle partite!” “Bello! Cos’hanno fatto?” E la zia pensa “bene, cresce bene!” E almeno una piccola consolazione arriva… L’unica di giornata, o forse no.
Quanto alla partita del Cagliari c’è poco da dire: rigore è quello che arbitro fischia, gol è quello che arbitro convalida (ma che bella era quella magia di Pattolino del mio cuore!), vince squadra che segna un gol in più. Punto. Dopo di che se in questi giorni Roca, Tonolini e Giachero dovessero avere qualche problema di dissenteria… non è colpa di Red!
Pink alterna un primo tempo da euforia, in cui riesce a distrarsi anche per un tempo sufficiente a consumare 5 vite a Farm Heroes, con un secondo tempo da delirio fino a scraniarsi contro il soffitto (abitando in una mansarda è quasi all'ordine del giorno) al pareggio del Verona. onestamente non ha molto da dire se non che si è stancata di vedere la Juventus fare primi tempi da eroe e poi dare per scontato il resto della partita. Ok, è facile pensare di aver chiuso la pratica dopo due gol e un primo tempo totalmente arrembante, ma questo non giustifica il sedersi e fare finta di essere in campo per il resto della partita. E non si possono prendere 3 gol in 2 partite su palle inattive. Le palle inattive sta iniziando ad averle la squadra? Non va bene signori, non va bene!!! Noticine a margine sono il pareggio della Roma, che almeno non altera la classifica, e l'esordio di Osvaldo che manco aveva toccato palla che fa un fallaccio da ammonizione ma poi mette un tiro che sbarba il palo, ma che comunque era molto bello. 
Atterrata in terra sarda Red apprende anche l’ultimo risultato: Inter – Sassuolo 1-0… che sforzo! Beh,  -pensa Pink- per essere un match di due squadre che lottano per non retrocedere, dev'essere stato all'ultimo sangue... Peccato per il Sassuolo. 
Il nostro Tonara non riesce ahinoi a raddrizzarci la giornata: in trasferta a Ozieri è sconfitta con un netto 2-0. Ma torna subito a farci sorridere perché in semifinale di coppa Italia grazie ai gol di Calaresu e Mura porta a casa la prima delle semifinali dopo essere passata in svantaggio all’inizio della gara.

E poi la coppa Italia is in the air, ci si gioca in qualunque categoria e in qualunque sport! Le semifinali del calcio dicono che la finale sarà Fiorentina – Napoli, ma quel che più importa: il Basket si tinge di Sardegna… che Dinamo a Milano contro il Siena: Campioni!!! E Pink è felice perché adesso Sassari avrà qualche gioia sportiva pure lei... Perdonatela, anche se tifa Juve, è pur sempre nata e cresciuta a Cagliari. 
Anche per questa settimana è tutto, alla prossima dalle vostre Giggi's Angels!!!

Nessun commento:

Posta un commento