venerdì 27 settembre 2013

Stiletto sport - Il calcio visto dai tacchi a spillo

Sigla!


La domenica del doppio turno

Come sempre, quando la serie A ci propina il turno infrasettimanale, non si fa in tempo a riprendersi da una giornata che ne arriva subito un'altra, nuova ansia, nuovi palpiti, nuove incazzature. Eh si, non si fa proprio in tempo. Il nostro doppio turno inizia di sabato pomeriggio, perché stavolta alle 18:00 c'è il Cagliari che a Trieste sfida la Samp. Pink segue la partita dal cellulare visto che è in giro in faccende affaccendata, le quali faccende sono legate da un medesimo filo alcoolico. Mentre sta prendendo l'aperitivo le giunge la notizia in simultanea del pareggio della Samp e del nuovo vantaggio del Cagliari, per cui crede che sia finita lì data l'ora. E' solo molte ore dopo, mentre è tentata dallo strangolare il pizzaiolo che le ha sbagliato drammaticamente la pizza che sente qualcuno dire "Certo che Agazzi... oh, roba da picchiarlo! Mano Valerio Fiori...". Allora riprende in mano il cellulare e nota la papera di Agazzi. Non esprime considerazioni. Le lascia tutte a Red. Red in realtà durante la partita era affacendatissima: super invitata a un matrimonio in quel di Milano, al fischio di inizio si stava dirigendo in macchina verso il banchetto, che si teneva più che in un posto in un postaccio! La concentrazione di Red era tutta volta alla sopravvivenza nonostante si trovasse sul suolo del comune di Arcore. Vi pare sia stato semplice per lei? Solo dopo aver avuto la certezza che l'aria del paese fosse abbastanza respirabile Red si è sincerata di quel che stesse succedendo a Genova: lo smartphone le dice 1-1, Violet la chiama felice urlando "Conti!!!", ma Red non fa in tempo a dire "oh capitano, mio capitano" che Saponetta II Agazzi incassa il 2-2. E vabbé, porca miseria! Perdere due punti così rode e non poco, ma Agazzi... Red gli vuole così bene! Proprio perché le ricorda Fiori: Saponetta è ancora nel suo cuore, con i pasticci, con i miracoli inattesi e con l'avventura europea che "erano tutti 'mbriachi, ma noi siamo i più forti!!!". Insomma Agazzi bello della zia, finché non assomigli a Pascolo va tutto bene!
La Juventus finalmente gioca di domenica e Pink deve combattere con la sonnolenza da pranzo luculliano. Anche perché, diciamoci tutta la verità, non è che la partita sia proprio quest'esplosione di fuochi d'artificio calcistici eh! Prima ci mette un secolo a trovare uno streaming decente che non sia commentato in brasiliano (anche se le partite in brasiliano sono uno spettacolo che va ascoltato almeno una volta nella vita!), poi va a singhiozzo, immediatamente dopo oscurano il sito ma infine si trova. E con sconcerto va in vantaggio il Verona.. oh, allora? Tra l'altro il "fattore Verona" sarà presente anche nel turno infrasettimanale. Certo è che la Juve ci mette poco a pareggiare ed è notabile che a pareggiare sia il tanto dibattuto Fernando Llorente, l'uomo tutto grammatica, un uomo gerundio di nome e participio di cognome. Che continua ad essere un bel figone... Poi ci pensa l'Apache Tevez a regolare i conti e a chiudere la partita su un definitivo 2-1. Infarto scampato ma troppa fatica per la Juve. E intanto Conte, un uomo che - quanto a metodi - Pink adora, decide di introdurre una nuova regoletta: chi non si siede in panchina dopo la sostituzione starà fuori squadra per un mese. Questo perché il sig. Andrea Pirlo per ben due volte di fila va direttamente nello spogliatoio e Conte dice basta. Nessuna primadonna, tutti incoraggiano i compagni. E questo a Pink piace. Red, boh... trattare Pirlo da prima donna le pare un po' eccessivo, ma son fatti bianchi e neri, e non se ne immischia!
Arriva quindi il turno infrasettimanale e si conferma il fattore Verona. Pink è al corso di spagnolo e svariona sbagliando una quantità impressionante di verbi. In realtà, mal di testa feroce a parte, Pink vorrebbe solo seguire la partita invece di fare la comprensiòn de lectura. E infatti quando termina l'esercizio sbircia il telefono e la Juve è sotto con l'altro Verona, il Chievo! Eccheccazzo! Gli svarioni aumentano anche durante la lezione. Si torna a casa controllando freneticamente il cellulare e la Juve pareggia. Poi non si capisce più che cosa succede. Gol annullato al Chievo? Era regolare? Pink prevede molti molti casini misti. Alla fine un difensore del Chievo devia in porta un tiro di Pogba e fa esplodere anche Pink. 2-1 risultato in fotocopia rispetto all'altra veronese, ma con molta molta molta più angoscia. Anche perché se pure Conte ammette la regolarità del gol... Aggiunge Red! E non va bene, non va per niente bene. Domenica prossima c'è il derby e bisogna arrivarci energici e positivi. Senza essere superbi, ma coscienti di avere i mezzi per vincere.
Il Cagliari invece gioca a Livorno. E pareggia di nuovo. E Il gol del Cagliari era proprio bello, e anche il gioco a quanto pare. Ma quello del Livorno... Cara difesa RossoBlù, ci vogliamo concentrare? Red fa la pesa dei pro e dei contro: questo Cagliari le piace, le piace che abbia segnato sempre e che non si sia mai arreso. Però deve riuscire a vincere, e non è solo colpa del portiere!
La giornata è resta ancora più positiva dallo straordinario pareggio che il Sassuolo strappa al Napoli e ci fa sentire un po' tutti romagnoli. E soprattutto scalza il Napoli dalla testa della classifica che era una cosa proprio antiestetica da vedersi! In testa invece ci rimane la Roma, che per ora non ne sbaglia una. Invece ieri, l'Inter battendo la Fiorentina raggiunge Napoli e Juventus al secondo posto, mentre il Milan di Allegri, con somma ilarità di Red, se ne sta mestamente un punticino sotto il suo Casteddu!
In Promozione il Tonara parte con un passo falso contro la Bittese: una partita grigia che si conclude con un 1-0 su calcio d'angolo. Forza ragazzi, è solo la prima, e siete sempre i nostri rossoneri preferiti! Se portate in campionato la grinta dimostrata in coppa Italia ne vedremo delle belle!
Così parlò Nonna Nenna: Ho visto Giggi!!! Com'è bello... 

Nessun commento:

Posta un commento