venerdì 26 febbraio 2016

Stiletto Sport - Il calcio visto dai tacchi a spillo

La domenica petalosa



M’ama, non m’ama, m’ama non m’ama, m’ama non m’ama… cos’è un campionato se non una bella margheritina in mano a degli aitanti fanciulli che, sfogliando la corolla, propiziano il futuro? Una margherita assai petalosa, il campionato di serie B, quarantadue petali non sono mica uno scherzo! Sembra un giochino da nulla, ma quanto è difficile a volte far dire al delicato fiorellino petaloso: m’ama! Ci sono giorni che proprio non ne vuole sapere, dice no, no e ancora no, ma con la costanza e con l’audacia si può fare tutto!
Il Cagliari sabato pomeriggio affronta in casa il Pescara. Il primo tempo al sant’Elia è uno psicodramma: Lapadula porta gli ospiti in vantaggio mentre il Cagliari è ancora nel sottopassaggio, o forse negli spogliatoi, o con la faccia ancora incollata al cuscino, chissà! Siamo sotto e il Pescara si esalta, ma per  nostra fortuna si esalta anche Storari, così, nonostante il dilagare in campo degli ospiti, andiamo a riposo con un solo gol di ritardo: tutto si può ancora fare! E tutto si fa: di rabbia, di orgoglio, di determinazione, dopo diverse buone occasioni Farias trova la palla giusta e si pareggia! Il sant’Elia “ne scende”, e via, verso la vittoria. Il 2-1 arriva grazie a Lapadula, vedi che bravo, che si auto pareggia il conto, mostrandosi un ragazzo piuttosto responsabile (Porto Corallo docet). Sarà lotta folle fino all’ultimo dei quattro minuti di recupero, ma alla fine sono tre punti: più 13 sul terzo posto e più 5 sul Crotone, dopo il pareggio con la Salernitana! E allora… m’ama o non m’ama? M’ama, m’ama, m’ama, mi straAma! Olè!
Domenica sul petalino del petaloso campionato di Eccellenza del Tonara, invece, deve essere passata una cavalletta o un bruco mangione… A Tergu il risultato è un duro 5-1… prendiamo il buono, se c'è! Per iniziare, se oggi non m’ama domani m’amerà! E poi se proprio bisogna prendere cinque gol è meglio prenderli tutti insieme, che tanto una sconfitta resta una sconfitta, non è così grave! La classifica è difficile, ma molto corta, si possono fare un sacco di belle cose: animo ragazzi!
E ora devo chiudere qui, che tra poco su Casteddu scende in campo e mi devo concentrare.
Ragazzoni belli rossoblù, mi raccomando: vogliamo undici leoni! Petalosi, però!


Nessun commento:

Posta un commento