martedì 17 novembre 2015

L'Appartamento tedesco. Tutti i colori di una cronaca tedesca

L’Appartamento tedesco. Tutti i colori di una cronaca tedesca – Limited Edition –
A tavola: Maultauscehn!

Dal tedesco del XVI secolo “sberla”, perché ricordano una guancia gonfia a causa di un bel ceffone, la “borsa del muso” è un raviolone di ca. 8-12 cm originario della Svevia.
Di solito è ripiena di carne tritata, spinaci, mollica di pane e cipolle e condita di spezie.
Tre sono i modi per cucinare la sberla: fritta con uova e cipolle, dopo essere stato tagliata a fette, il mio preferito; bollita, in brodo, per niente; “allo strutto”, con burro in sostituzione dell’originario strutto e cipolle, molto buona. Tuttavia ognuno a casa se le può cucinare come meglio preferisce ed esiste pure la versione vegetariana, ma è un sacrilegio.
Una volta ne ho comprato una confezione al supermercato e le ho preparate “all’italiana” con beata ignoranza. Mettete a bollire tanta acqua, quando bolle gettate sale e le Maultauschen. Separatamente a fuoco leggero sugo al pomodoro secondo la ricetta italiana. Ecco, pochi minuti le Maultauschen rischiano di sfaldarsi o aprirsi ma cercate di resistere dal levarli…però quando credete che si stiano per rompere o avete finito la pazienza, scolatele e conditele con il sugo. Forse avete fatto male a non avere pazienza o fiducia, sono ancora duri. Mangiateli. Ma forse sono troppi…bastano due o tre, nella confezione ce n’erano sei. E difficili da digerire con il sugo nostrano.
La prossima volta meglio andare mangiarle da Thanner.
Dal 2009 le versioni originarie delle Maultauschen hanno ottenuto l’etichettatura europea di IGP.


Paul_Blau_Vierzig

Nessun commento:

Posta un commento